MTB

MTB

La montagna dei partigiani

Partenza

Villaggio

Arrivo

Villaggio

Distanza

Km 26.73

Ascesa tot.

m 660

Quota max.

m 747

Classe IMBA

(x)(x)(x)( )( )( )

“Condizioni”

(x)(x)(x)(x)( )( )

“Experience”

(x)(x)(x)(x)(x)( )

Paesaggio

(x)(x)(x)(x)(x)( )

Indice di fitness

28.9 (17.3)

L’Indice di fitness consente di confrontare l’impegno fisico richiesto per completare il percorso. È un valore indicativo ottenuto considerando lunghezza, dislivello, difficoltà del tracciato e tipologia del mezzo utilizzato (trekking, mountain bike, road bike, gravel bike). L’eventuale valore tra parentesi è riferito al valore dell’ indice fitness se si usa una e-bike.

VERDE > FACILE : IF 0-25     ARANCIO > MEDIO: IF 25-50     ROSSO > IMPEGNATIVO: IF >50

Splendido itinerario che risale tra fitte foreste e storici edifici le pendici del Monte delle Carpenine. Attraversa l’impressionante parco eolico posto sulla sommità del monte, sulla via Flaminia minor e discende un arioso crinale giungendo a Ca’ di Guzzo, luogo della memoria, sede di una cruenta battaglia tra partigiani e tedeschi nel settembre ’44. Giunto sul fondovalle Sillaro segue su camionabile inghiaiata e prevede ben sei guadi del torrente, magnifici e rinfrescanti durante le calde giornate estive.

Dal Villaggio si procede verso monte su SP21 sino al Molino di Ca di Lesso, dove a destra si prende in salita la SP35 per Villa di Sassonero, piccolo abitato posto ad oltre 400m di quota. In vista della chiesa si svolta a sinistra per il Poggio della Villa (alcuni pregevoli edifici) proseguendo su sterrato tra ombrosi boschi di quercia.

Superata la Fonte del Vincareto si prosegue per Ca del Monte (m585) e Casoni di Romagna giungendo infine sul crinale Idice – Sillaro (CAI801 – Flaminia Minor) nei pressi dell’imponente parco eolico di M. delle Carpenine – Casoni di Romagna.

Si prosegue dunque verso sud e un chilometro dopo, in corrispondenza della penultima grande pala eolica, si supera a sinistra una cancellata in filo spinato iniziando a discendere il crinale che separa i Rii Zafferino a sud e Valletto a nord in direzione del rudere di Ca di Guzzo, consacrato alla memoria dalla cruenta battaglia che qui si combattè nel settembre ’44 tra partigiani e tedeschi (cippo in arenaria a ricordo dei caduti).

Superata Ca di Guzzo si giunge a Ca le Piane (rudero nei pressi del quale venne fucilato dai tedeschi il medico partigiano Gianni Palmieri – cippo a ricordo) ed infine, nei pressi del Molino del Valletto, ci si immette a sinistra sulla camionabile di fondovalle che dopo ben sei guadi del Torrente Sillaro giunge ad innestarsi in loc. le Pioppe (campo base del 38° Dog War Platoon dell’85a Divisione – IIWW) su SP21 che si imbocca a sinistra e si percorre in dolce discesa sino a far rientro al Villaggio.

Note: accertarsi delle condizioni del Torrente Sillaro in relazione alla stagione e alla necessità di effettuare numerosi guadi
Notes: ascertain the conditions of the Torrente Sillaro in relation to the season and the need to make numerous fords

Percorrenza: 3h

Punti di interesse:

  • Area protetta “Media Valle del Sillaro”
  • Parco eolico “Casoni di Romagna”
  • Ca di Guzzo
  • Ca le Piane
  • Guadi del Sillaro
  • le Pioppe
  • Oratorio di San Mamante (con breve deviazione)

Villaggio > Molino di Ca di Lesso > Villa di Sassonero > Ca del Monte > Campo Urbano > Casoni di Romagna > Ca di Guzzo > Ca le Piane > Molino del Valletto > Camionabile lungo Sillaro (5 guadi del torrente) > le Pioppe > Villaggio

Profilo altimetrico

Mappa del percorso

icona-gpx
Scarica il tracciato (file GPX)

    Inserisci i dati del tuo soggiorno:

      Inserisci i dati della tua richiesta di wellness:

        Inserisci i dati della tua richiesta di cure:

        • RICHIESTA ONLINE PER: