Ecoterapie

Mindfulness: abbracciare l’albero

Questo esercizio agisce su tutto il nostro sistema energetico e rinforza le nostre difese.

Cerchiamo un albero che ci piace e che ci attira; posizioniamoci di fronte, a un passo di distanza.

Con grande rispetto formuliamo un pensiero nella nostra mente e chiediamo all’albero se ci è concesso di ascoltare la sua energia. Chiudiamo gli occhi e ascoltiamo le sensazioni che ci arrivano.

In posizione eretta mettiamo i piedi paralleli alla larghezza delle anche. La testa è sospesa a un filo invisibile, come se fossimo dei burattini. Pieghiamo leggermente le gambe; lasciamo le braccia rilassate lungo il busto e rilassiamo anche le spalle. Appoggiamo la lingua sul palato. Volgiamo i palmi delle mani in modo che si guardino tra loro, davanti all’addome.

Formiamo con le braccia una sfera e portiamola all’altezza del petto. Immaginiamo di abbracciare un grande albero; i nostri piedi diventano come radici profonde che sprofondano nel terreno, mentre le braccia e la testa diventano come i rami che prendono l’energia dal cielo.

Restiamo in questa posizione almeno due-tre minuti. Cerchiamo di immedesimarci con l’albero e di sentire la linfa che si muove dentro le venature del legno. Ascoltiamo i movimenti all’interno del nostro corpo (se ce ne sono).